Rassegne stampa

Tra gli “squali” di Shark Tank: Mariarita Costanza, CTO Macnil Gruppo Zucchetti

25/05/2015

Scaldate i motori, anzi le idee perché è in arrivo per la prima volta in Italia SHARK TANK, il primo business format già famoso nel resto del mondo.
Partenza prevista il 21 maggio in prima serata su ItaliaUno. Protagonisti cinque Shark, ovvero squali, letteralmente affamati di affari promettenti! Cinque grandi imprenditori italiani pronti a tutto pur di portare a casa l’affare del secolo.
Dall’altra parte della barricata giovani imprenditori, startupper, inventori alla ricerca di un finanziamento per realizzare il progetto su cui hanno investito tempo, soldi, speranze. Ma chi sono questi cinque cacciatori di affari? Fabio Cannavale creatore di Volagratis e presidente di Lastminute.com, Luciano Bonetti presidente di Foppapedretti, Gianluca Dettori, presidente di dpixel, Giampietro Vigorelli, pubblicitario; Unica donna del gruppo la pugliese Mariarita Costanza, direttore tecnico di Macnil Gruppo Zucchetti società fondata con il compagno di vita Nicola Lavenuta nel 1999, oggi leader nel settore dell’informatica, elettronica e telecomunicazioni.
Una azienda tecnologica in un territorio storicamente agricolo: La Macnil, infatti, ha sede in un palazzotto bianco nel centro di Gravina in Puglia, città natale di Mariarita. È una azienda giovane fatta da giovani.
Al suo interno si respira aria di grande entusiasmo e vitalità.
Ma qual è il percorso di Mariarita Costanza? Dopo gli studi classici, contro ogni previsione, Mariarita si iscrive alla facoltà di ingegneria elettronica al Politecnico di Bari.
Dopo la laurea il solito bivio comune ai giovani del sud: andar via o rimanere? Lasciare Gravina, realtà agricola dove un ingegnere elettronico rischiava di trovare poco spazio oppure accettare questa sfida così grande? L’amore per la terra vince e nonostante le enormi difficoltà ambientali ed economiche nasce la Macnil. Grazie alla determinazione, all’onesta e all’intraprendenza che contraddistingue questa coppia vincente. Mariarita e Nicola, MacNil.
Già nel nome vi è racchiuso il segreto del successo. <<La sfida più grande è stata quella di rimanere nella nostra terra. Spero che un giorno anche i miei figli abbiano il coraggio di rischiare come ho fatto io e realizzare qualcosa di importante nel nostro territorio.>> La storia di successo di Mariarita Costanza è da esempio per tutti <<le difficoltà ci sono state e ci sono sempre ma bisogna guardare sempre avanti e mirare all’obiettivo. Non Bisogna mai perdersi d’animo>>.
Ed oggi ha l’occasione di poter aiutare giovani imprenditori con la stessa voglia di affermarsi nel panorama dell’imprenditoria italiana. Esattamente come lei. << Mi rivedo molto nei giovani startupper perché fino a qualche anno fa ero io nella loro posizione. Sarò uno shark lungimirante: non guarderò solo l’idea o il progetto ma anche e soprattutto la persona che c’è dietro. Cercherò di capire quanto ci credono, quanti sacrifici hanno fatto e quanto intendono investire di loro nella realizzazione del progetto. Ricordate che nulla è impossibile a meno che tu non pensi che lo sia. >> Parola di Shark!
Claudia Caradonna

intervista-mariarita-costanza